Industria 4.0 e Sicurezza Informatica

E’ Il Sole 24 Ore del 29/01/2018 a lanciare, ad imprenditori e lavoratori, un sentito monito sull’importanza della Sicurezza ICT.

Gli attacchi informatici sono in forte crescita in tutti i settori, anche nell’industria: difatti, secondo il Rapporto Clusit, al quale hanno collaborato un centinaio di esperti oltre che un gran numero di soggetti pubblici e privati, il cybercrime è la prima ragione di attacchi gravi nel 2017. E nel 75% dei casi avvenuti nei primi sei mesi dell’anno, i criminali hanno colpito con l’obiettivo di estorcere denaro.

Secondo il quotidiano economico, la rete rappresenta dunque una fonte illimitata di opportunità di business ma, allo stesso tempo, anche un ricettacolo di minacce concrete. E la sensibilità degli imprenditori al tema della sicurezza informatica risulta ancora troppo bassa: ecco che le prospettive moderne di crescita su cui oggi si concentrano le teorie organizzative più innovative, quali ad esempio Industria 4.0, Internet delle cose, Mobile, Big data, Cloud determinano inevitabilmente una serie di adempimenti ed accorgimenti irrinunciabili (si veda anche il Regolamento europeo per la protezione dei dati personali in vigore dal prossimo 25 maggio 2018). La sfida della smart factory non può essere vinta se la sicurezza informatica non diventa il prerequisito essenziale per l’innovazione digitale e la condizione per la progettazione di qualsiasi prodotto o servizio.

L’Italia ha bisogno di vincere la sfida dell’Industria 4.0. Per farlo, occorre stimolare una forte cultura della sicurezza informatica che coinvolga sia gli imprenditori che i lavoratori, perché qualunque comportamento inappropriato può rendere l’organizzazione vulnerabile.


Richiedi maggiori informazioni

Nome
Cognome
Email
Oggetto
Messaggio

Condividi questo post