incentivi lavoro

Incentivi per l’assunzione di detenuti o internati

La legge 381/91, all’art. 4, comma 3 bis, stabilisce che le cooperative sociali che svolgono attività finalizzate all’inserimento lavorativo di persone svantaggiate e alle aziende che organizzano attività produttive o di servizi all’interno degli istituti penitenziari, impiegando persone detenute o internate, abbiano un incentivo contributivo determinato, ogni due anni, con decreto del Ministro della giustizia.

Il decreto del Ministro della giustizia del 24 luglio 2014, n. 148, all’art. 8 dispone, quale incentivo contributivo, la riduzione dell’aliquota contributiva a carico delle suddette beneficiarie, nella misura del 95%.


Tipologia ed entità dell’incentivo


Riduzione dell’aliquota contributiva relativa alla retribuzione corrisposta al lavoratore nella misura del 95%.

Il beneficio contributivo permane:

  • per i 18 mesi successivi alla cessazione dello stato detentivo a condizione che l’assunzione sia avvenuta mentre il lavoratore era ammesso alla semilibertà o al lavoro esterno (per i detenuti ed internati che hanno beneficiato della semilibertà o del lavoro esterno)
  • per i 24 mesi successivi alla cessazione dello stato detentivo a condizione che l’assunzione sia avvenuta mentre il lavoratore era ristretto (per i detenuti ed internati che non hanno beneficiato della semilibertà o del lavoro esterno).

Datori di lavoro beneficiari:


cooperative sociali di cui all’art. 1, comma 1, lett. B, della legge 381/91, ovvero le cooperative sociali che hanno lo scopo di perseguire l’interesse generale della comunità alla promozione umana e all’integrazione sociale dei cittadini attravero lo svolgimento di   attività agricole, industriali, commerciali o di servizi finalizzate all’inserimento lavorativo di persone svantaggiate.

  • le aziende pubbliche e private che organizzano attività produttive o di servizi all’interno degli istituti penitenziari, impiegando persone detenute o internate.

Destinatari: Detenuti o internati, ex degenti degli ospedali psichiatrici, condannati e internati ammessi al lavoro esterno.

Tipologia di contratto: Tutti

Modalità di accesso e di erogazione dell’incentivo: L’agevolazione è riconosciuta dall’INPS in base all’ordine cronologico di presentazione delle domande.

Le cooperative o le aziende pubbliche e private destinatarie delle agevolazioni devono presentare all’INPS copia della convenzione stipulata con l’istituto penitenziario o, nel caso di svolgimento di attività lavorativa all’interno dell’istituto penitenziario, copia della dichiarazione di assunzione fornita loro dalla Direzione penitenziaria.

Tempistica e scadenze: Non sono previste scadenze.

Normativa e modulistica: Legge 381/91; legge 193/00; DM 24 luglio 2014, n. 148


Il Centro Europeo di Studi Manageriali in qualità di ente accreditato per i servizi per il lavoro può offrire consulenza sull’applicabilità degli incentivi e assistenza nell’individuazione della tipologia contrattuale più funzionale al fabbisogno dell’azienda.



Fonte: ANPAL – Repertorio Nazionale degli Incentivi



Richiedi maggiori informazioni

Nome
Cognome
Email
Oggetto
Messaggio

Dichiaro di aver letto e compreso l'informativa sulla privacy, per il trattamento dei miei dati personali da parte di Centro Europeo di Studi Manageriali e di esprimere il consenso all'utilizzo degli stessi per le finalità espresse nell'informativa.

Condividi questo post