incentivi lavoro

Incentivo per l’assunzione di laureati con lode e dottori di ricerca

La legge n. 145/18 (legge di bilancio 2019) prevede un incentivo contributivo, a favore dei datori di lavoro che assumono, nell’anno 2019, con contratto a tempo indeterminato (full-time o part-time), giovani laureati con votazione di 110 e lode e dottori di ricerca.

L’INPS, con apposita circolare, determinerà le modalità di fruizione dell’incentivo.


Tipologia ed entità dell’incentivo:


Esonero dal versamento dei contributi previdenziali a carico del datore di lavoro, con esclusione dei premi e contributi dovuti all’Inail, nel limite massimo di € 8.000 annui, per un periodo massimo di 12 mesi decorrenti dalla data dell’assunzione.

In caso di assunzione con contratto di lavoro part-time, il limite massimo dell’incentivo è proporzionalmente ridotto.

Datori di lavoro beneficiari: Tutti i datori di lavoro privati (imprenditori e non imprenditori).


Destinatari:


  • cittadini in possesso di laurea magistrale con votazione di 110 e lode e con una media ponderata di almeno 108/110, ottenuta in università statali o non statali legalmente riconosciute, nel periodo tra il 1° gennaio 2018 e il 30 giugno 2019, entro la durata legale del corso di studi e prima del compimento del 30° anno di età
  • cittadini in possesso di un dottorato di ricerca ottenuto in università statali o non statali legalmente riconosciute, nel periodo tra il 1° gennaio 2018 e il 30 giugno 2019, prima del compimento del 34° anno di età.

Tipologia di contratto:


  • contratto a tempo indeterminato (full-time o part-time)
  • trasformazione del contratto a tempo determinato in contratto a tempo indeterminato.

Modalità di accesso e di erogazione dell’incentivo: saranno determinate dall’INPS con apposita circolare

Natura dell’aiuto e cumulabilità: l’incentivo è cumulabile con altri incentivi di natura economica o contributiva. L’incentivo può essere fruito nei limiti degli aiuti de minimis

Normativa e modulistica:
L’incentivo è previsto per le assunzioni effettuate dal 1° gennaio 2019 al 31 dicembre 2019 e ha una durata di 12 mesi decorrenti dalla data dell’assunzione.

Casi di esclusione:
L’incentivo non spetta in caso di assunzioni con contratto di lavoro domestico;

L’incentivo non spetta se il datore di lavoro, nei 12 mesi precedenti, abbia proceduto a licenziamenti individuali per giustificato motivo oggettivo o a licenziamenti collettivi che abbiano riguardato l’unità produttiva presso la quale intende procedere all’assunzione.

In caso di licenziamento del lavoratore assunto con l’incentivo, effettuato nei 24 mesi successivi all’assunzione, il datore di lavoro è tenuto alla restituzione delle somme corrispondenti all’esonero contributivo di cui ha fruito.


Il Centro Europeo di Studi Manageriali in qualità di ente accreditato alla Regione Lazio per i servizi per il lavoro può offrire consulenza sull’applicabilità degli incentivi e assistenza nell’individuazione della tipologia contrattuale più funzionale al fabbisogno dell’azienda



Fonte: ANPAL – Repertorio Nazionale degli Incentivi



Richiedi maggiori informazioni

Nome
Cognome
Email
Oggetto
Messaggio

Dichiaro di aver letto e compreso l'informativa sulla privacy, per il trattamento dei miei dati personali da parte di Centro Europeo di Studi Manageriali e di esprimere il consenso all'utilizzo degli stessi per le finalità espresse nell'informativa.

Condividi questo post