Fondo Nuove Competenze 2022: tutte le novità

fondo nuove competenze

Pubblicato il nuovo avviso ANPAL con le modalità di partecipazione al Fondo Nuove competenze 2022: tutte le novità della seconda edizione.

Con la pubblicazione dell’Avviso Fondo Nuove Competenze (FNC) – ed. 2, Anpal rende note le modalità per la presentazione di istanze e il riconoscimento di contributi finanziari in favore di tutti i datori di lavoro privati – anche a partecipazione pubblica ex decreto legislativo n. 175 del 2016 – che abbiano stipulato entro il 31/12/2022 accordi collettivi di rimodulazione dell’orario di lavoro finalizzati a percorsi di sviluppo delle competenze dei lavoratori.

Gli interventi formativi sono volti a fronteggiare i fabbisogni di nuove competenze derivanti dalle transizioni digitali ed ecologiche

Finalità

  • Agevolare l’innalzamento del livello del capitale umano, offrendo ai lavoratori l’opportunità di acquisire nuove o maggiori competenze e di dotarsi degli strumenti utili per adattarsi alle mutevoli condizioni del mercato di lavoro;
  • Sostenere le imprese nel processo di adeguamento ai nuovi modelli organizzativi e produttivi, in risposta alle transizioni ecologiche e digitali.
  • Adeguamento strutturale delle competenze dei lavoratori conseguente alla sottoscrizione di accordi di sviluppo per progetti di investimento strategico ovvero conseguente al ricorso al Fondo per il sostegno alla transizione industriale.  

Oggetto

Il FNC rimborsa il costo delle ore di lavoro destinate alla frequenza dei percorsi di sviluppo delle competenze dei lavoratori, secondo le seguenti modalità:

A) la retribuzione oraria, per un ammontare pari al 60 per cento del totale, è calcolata a partire dalla retribuzione teorica mensile del mese di approvazione dell’istanza di accesso al Fondo, moltiplicata per 12 mensilità e suddivisa per 1.720 ore considerate un tempo lavorativo annuo standard (come da nota EGESIF_14-0017);

B) gli oneri relativi ai contributi previdenziali e assistenziali delle ore destinate alla formazione sono rimborsati per l’intero, inclusivi della quota a carico del lavoratore, al netto degli eventuali sgravi contributivi fruiti nel mese di approvazione dell’istanza di accesso al FNC. Gli oneri sono calcolati come quota oraria contributiva ottenuta applicando l’aliquota contributiva alla retribuzione oraria di cui alla lettera a);

C) la quota di retribuzione oraria di cui alla lettera a) è rimborsata per l’intero in caso di accordi che prevedano anche una riduzione del normale orario di lavoro, di cui all’art. 3 del D. Lgs. n. 66/2003, a parità di retribuzione complessiva, anche di natura sperimentale che operi per almeno un triennio in favore di tutti i lavoratori dell’azienda. Tali accordi devono prevedere una riduzione di almeno un’ora (1 ora) del normale orario di lavoro settimanale.

Soggetti Ammissibili

Possono presentare istanza per l’accesso al Fondo tutti i datori di lavoro privati, incluse le società a partecipazione pubblica* di cui al D. Lgs. n. 175/2016, che abbiano sottoscritto entro il 31/12/2022 accordi collettivi di rimodulazione dell’orario di lavoro finalizzati a percorsi formativi di accrescimento delle professionalità dei lavoratori.

I Datori di Lavoro devono essere in regola sotto il profilo contributivo, fiscale e assistenziale, non devono trovarsi in condizione di liquidazione, fallimento, cessazione di attività, concordato preventivo o in procedimenti finalizzati alla dichiarazione di una di tali situazioni e non devono avere contenziosi giudiziali o stragiudiziali con ANPAL riguardanti contributi pubblici.

*Si intendono per società a partecipazione pubblica, le società a controllo pubblico, nonché le altre società partecipate direttamente da amministrazioni pubbliche o da società a controllo pubblico.

Caratteristiche dei progetti formativi

Il progetto formativo è indirizzato all’accrescimento delle competenze dei lavoratori, individuate nell’ambito delle seguenti classificazioni internazionali:

TRANSIZIONE DIGITALE

TRANSIZIONE ECOLOGICA (di cui alle lettere b e f del PAR. 5 dell’Avviso)

SOGGETTI EROGATORI DEI PERCORSI FORMATIVI

La formazione deve essere erogata da Enti accreditati a livello nazionale o regionale, ovvero altri soggetti anche privati, che per statuto o istituzionalmente, sulla base di specifiche disposizioni legislative o regolamentari anche regionali, svolgono attività di formazione.

FONDI PARITETICI INTERPROFESSIONALI

L’attività di formazione è di norma finanziata dai Fondi Paritetici Interprofessionali. Il datore di lavoro dovrà indicare, nell’istanza di ammissione a contributo, il Fondo al quale aderisce. Nel caso in cui il progetto formativo coinvolga categorie di lavoratori (dirigenti e non) per i quali il datore di lavoro aderisca a più Fondi, lo stesso dovrà presentare una sola istanza contenente un progetto per ogni Fondo a cui aderisce.

ESITI DEI PERCORSI FORMATIVI

I progetti di sviluppo delle competenze sono finalizzati di norma, al conseguimento di una qualificazione o di singole unità di competenza, e dal rilascio di una attestazione finale di messa in trasparenza, validazione o certificazione.

Gli esiti dei percorsi formativi, ove riferiti al Repertorio nazionale o referenziati alle ADA dell’Atlante del Lavoro, sono attestati da un ente accreditato alla formazione professionale o da un ente titolato, ai sensi e per gli effetti del decreto legislativo n. 13 del 2013 secondo le Linee guida in materia adottate con decreto interministeriale 5 gennaio 2021.

Modalità e termini di presentazione

Il datore di lavoro può presentare una singola istanza con un unico progetto formativo, o due se i lavoratori appartengono a livelli diversi (dirigenti e non).

Sarà possibile presentare istanze di ammissione a contributo ai sensi del presente Avviso fino al 28 febbraio 2023.

L’istanza potrà essere presentata dal legale rappresentante o suo delegato tramite l’accesso con SPID, CIE o CNS alla piattaforma informatica dedicata MyANPAL a partire dal giorno 13 dicembre 2022 dalle ore 11.

Il contributo massimo riconoscibile per ciascuna istanza è pari a 10 milioni di euro.

I servizi offerti dal Centro Europeo

Siamo in grado di offrire supporto nella presentazione dell’istanza e in particolare ci occuperemo di: 

  • Individuazione del fabbisogno formativo in linea con le prescrizioni dell’Avviso FNC
  • Analisi di fattibilità in relazione alle attività di interesse ed alle risorse umane da inserire
  • Progettazione e Presentazione del Progetto da allegare all’istanza ivi comprese l’ideazione e la realizzazione di un titolo e del logo del progetto che poi sarà utilizzato nelle fasi successive all’approvazione
  • Redazione dell’Accordo Sindacale e supporto per la condivisione
  • Collazionamento e predisposizione documentazione da inviare e supporto per l’invio dell’istanza in piattaforma MyAnpal

In caso di approvazione:

  • Organizzazione e realizzazione
  • Consuntivazione e rendicontazione dell’Istanza

Contattaci per ulteriori informazioni: formazione@centroeuropeo.it – 0771.771676

| ultime news

Fondo Nuove Competenze 2022: tutte le novità

fondo nuove competenze

Pubblicato il nuovo avviso ANPAL con le modalità di partecipazione al Fondo Nuove competenze 2022: tutte le novità della seconda edizione. Con la pubblicazione dell’Avviso…