Programma GOL | Garanzia Occupabilità Lavoratori

Cos’è e come funziona il nuovo programma GOL: Garanzia Occupabilità Lavoratori

La Regione Lazio ha approvato, con una Deliberazione di Giunta, il Piano di Attuazione Regionale (PAR) del Programma Garanzia di Occupabilità dei Lavoratori (GOL). Il PAR GOL ha la funzione di attuare nella Regione Lazio gli indirizzi previsti dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza.

Gol è un piano di politiche attive del lavoro molto articolato, che guiderà l’azione della Regione Lazio nei prossimi anni, coerentemente con quanto già stabilito in sede di programmazione del POR FSE+. L’obiettivo generale attribuito al PAR GOL è quello di contribuire a riformare alcuni aspetti essenziali del funzionamento del sistema delle politiche attive del lavoro, in un contesto segnato dai processi di transizione digitale e tecnologica dei sistemi produttivi, con gli effetti che ciò comporterà sul funzionamento del mercato del lavoro locale.

Il Piano di attuazione regionale, frutto di una sinergia istituzionale con il Ministero del Lavoro e con Anpal, ha l’ambizione di coniugare vari livelli territoriali e prevede una forte partecipazione delle parti sociali e di tutti i soggetti interessati.


Dotazione finanziaria:


Il PAR GOL ha una dotazione finanziaria per il 2022 pari a 83,7 milioni di euro, a cui sono state aggiunte, in una logica di programmazione unitaria, circa 5,3 milioni a valere sull’ Fse+ per finanziare le misure dei Tirocini e della Formazione per lavoratori imprese in crisi, arrivando così a una dotazione complessiva del Piano pari a 89 milioni circa.


Obiettivi generali:


Il PAR ha l’obiettivo di raggiungere 57.120 beneficiari potenziali entro dicembre 2022, di cui 15.232 coinvolti in attività di formazione. Di questi ultimi, inoltre, 5.712 saranno coinvolti in formazione per il rafforzamento delle competenze digitali.

Più in generale il programma punta a raggiungere:

  • almeno 3 milioni di beneficiari entro il 2025. Di questi, almeno il 75% dovranno essere donne, disoccupati di lunga durata, persone con disabilità, giovani under 30, lavoratori over 55;
  • almeno 800 mila dei benificiari citati, dovranno essere coinvolti in attività di formazione, di cui 300 mila per il rafforzamento delle competenze digitali.

Quali sono i percorsi del programma GOL:


  • Percorso 1 (ready to work) è rivolto ai soggetti più vicini al mercato del lavoro
  • Percorsi 2 e 3 (rispettivamente upskilling e reskilling) sono rivolti a coloro che hanno bisogno di interventi di formazione e/o riqualificazione delle competenze
  • Percorso 4 (lavoro e inclusione) si rivolge ai soggetti che esprimono bisogni complessi, prevedendo anche l’attivazione della rete dei servizi territoriali
  • Percorso 5 (Ricollocazione Collettiva) è diretto ai lavoratori ancora formalmente occupati, ma potenzialmente in transizione, per effetto di crisi aziendali

Chi sono i destinatari del programma GOL:


  • Lavoratori fragili o vulnerabili: giovani NEET (meno di 30 anni), donne in condizioni di svantaggio. Ma anche persone con disabilità, nonché lavoratori maturi (55 anni e oltre);
  • Disoccupati senza sostegno al reddito: disoccupati da almeno 6 mesi, altri lavoratori con minori opportunità occupazionali (giovani e donne, anche non in condizioni fragilità), lavoratori autonomi che cessano l’attività o con redditi molto bassi;
  • Beneficiari di ammortizzatori sociali in costanza di rapporto di lavoro: le specifiche categorie di lavoratori saranno individuate nell’ambito della prossima riforma degli ammortizzatori sociali. A legislazione vigente, si tratta dei lavoratori per i quali sia prevista una riduzione superiore al 50% dell’orario di lavoro. Tale periodo si calcola in 12 mesi;
  • Beneficiari di ammortizzatori sociali in assenza di rapporto di lavoro: disoccupati percettori di NASPI o DIS-COLL;
  • Beneficiari del sostegno al reddito di natura assistenziale: percettori del Reddito di Cittadinanza;
  • Lavoratori con redditi molto bassi (i cosiddetti working poor): il cui reddito da lavoro dipendente o autonomo sia inferiore alla soglia dell’incapienza, secondo la disciplina fiscale;
  • Lavoratori autonomi titolari di Partita IVA, come previsto dalla Legge di Bilancio 2022, commi 251-252.

In questa prima fase i beneficiari interessati a partecipare al programma possono iscriversi presso il Centro per l’impiego di appartenenza.


Richiedi maggiori informazioni

Nome
Cognome
Email
Oggetto
Messaggio

Dichiaro di aver letto e compreso l'informativa sulla privacy, per il trattamento dei miei dati personali da parte di Centro Europeo di Studi Manageriali e di esprimere il consenso all'utilizzo degli stessi per le finalità espresse nell'informativa.

Condividi questo post